Ciclabile delle Dolomiti: la Monaco-Venezia

Gli amanti della montagna e delle due ruote trovano nel nord del Veneto uno dei percorsi più affascinanti d’Europa: il tratto di ciclabile delle Dolomiti che fa parte dell’itinerario ciclabile Monaco-Venezia. Si tratta di un percorso lungo in totale 560 km che attraversa 3 nazioni: Germania, Austria e Italia. Ha un dislivello di ben 3000 metri poiché attraversa l’arco alpino in un punto molto alto, regalando in compenso dei panorami mozzafiato. Proprio nel tratto italiano, questa ciclabile delle Dolomiti arriva al culmine della bellezza naturalistica: dopo il settore altoatesino di Bressanone e del Brennero, la ciclabile scende verso Venezia passando per Cortina, Belluno, Conegliano e Treviso, attraversando una regione cangiante dai mille volti, tutti diversi, che sapranno incantare chiunque.

vacanze 1

Cortina: nel cuore delle Dolomiti

Cortina d’Ampezzo, la “perla delle Dolomiti”, è il punto di partenza per diversi itinerari ciclabili adatti a soddisfare i ciclisti di ogni tipo, dai più temerari ai più rilassati. Le possibilità sono numerose, qui ti mostriamo solo alcuni spunti per ingolosirti:

Ciclabile delle Dolomiti Cortina d’Ampezzo – Passo Pordoi: è una ciclabile molto impegnativa, con poco più di 1000 metri di dislivello. Da Cortina si procede verso ovest, valicando il Passo Falzarego, superando il Col di Lana e si sale fino a Passo Pordoi.

Ciclabile delle Dolomiti Cortina d’Ampezzo – Lago di Braies: è una ciclabile di 43 km che in meno di 3 ore porta dalla città bellunese fino ad uno dei laghi più suggestivi del Sud Tirolo. Alcuni dati tecnici: andando da Cortina al lago il dislivello in salita è di 840 metri, in discesa di 528 metri, con una dislivello assoluto di 391 metri.

Ciclabile delle Dolomiti Cortina d’Ampezzo – Cima Gogna: è un percorso mozzafiato, davvero imperdibile! In totale è lungo 42 km, ha un forte dislivello di 1011 metri ma può essere accorciato o modificato in molti punti diversi, perché le località toccate sono tante e tutte bellissime. Il percorso intero parte da Cortina (1221 metri slm) e si dirige a est per 8 km, fino al Passo Tre Croci (1808 metri slm), ai piedi del Monte Cristallo. Dopo questa salita, si procede per 4 km fino al bivio: a nord si procede per altri 2 km verso il Lago di Misurina (1758 metri slm) e la gita può concludersi qui, con un ritorno facile e tutto in discesa. Altrimenti si continua verso Cima Gogna (804 metri slm) lungo una dolce discesa di 25 km, costeggiando il Parco Naturale delle Tre Cime.

Lago di Braies, foto di Fabio Visconti
Lago di Braies, foto di Fabio Visconti

Ciclabile delle Dolomiti: la Belluno-Feltre

Un tratto particolarmente grazioso e accattivante delle montagne venete è attraversato dalla ciclabile delle Dolomiti Belluno-Feltre: si tratta di una pista a sé che devia dalla lunghissima Monaco-Venezia e che, partendo da Belluno si spinge a ovest, fiancheggiando la larga valle del fiume Piave, per raggiungere Feltre. Questa ciclabile è lunga 42 km e ha un dislivello di 121 metri. Feltre è anche il punto di partenza per altri percorsi ciclabili molto interessanti, come ad esempio:

Feltre – Bassano del Grappa, lunga ciclabile che scende lungo il Fiume Brenta, adatta anche ai bambini e con la possibilità di suggestive fermate (ad esempio alle grotte di Oliero);

Feltre – Val Canzoi, che in poco più di un’ora ti porta da Feltre nel cuore del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, seguendo il meraviglioso percorso del torrente Caorame, con le sue cascatelle e le sue pozze cristalline.

ciclabile delle dolomiti: Val Canzoi, foto di G.F.S.
Ciclabile delle Dolomiti: Val Canzoi, foto di G.F.S.

L’antica via Claudia Augusta

Questa ciclabile delle Dolomiti parte dal mare veneto e arriva fino ad Augusta (Augsburg) in Germania. Il percorso è molto vario poiché la partenza da Altino, in riva alla Laguna di Venezia, offre un paesaggio molto diverso da quello che si incontra successivamente, tappa dopo tappa. Salendo verso Feltre si attraversa la Marca Trevigiana e Follina, poi si svolta a ovest e il percorso si infila in Trentino, risalendo l’Alto Adige per poi entrare in Austria e in Germania. Per godere di una delle tratte più belle della Claudia Augusta, una buona idea è quella di partire da Feltre ed esplorare i dintorni, seguendo le tracce di questo antico percorso romano.

Veduta di Treviso
Veduta di Treviso