Mostra del Cinema di Venezia: le origini del festival

Pochi sanno che la Mostra del cinema di Venezia è in realtà una “costola” della celebre e antica Biennale di Venezia. Quando l’arte cinematografica si è imposta come “ottava arte”, gli organizzatori della Biennale hanno pensato di dedicare a questa nuova arte “tecnologica” un evento dedicato. Il vero nome della Mostra del Cinema è “Mostra internazionale d’arte cinematografica”: è stata inaugurata nel 1932, con una prima edizione spettacolare tenuta nel magnifico Hotel Excelsior, sull’isola del Lido. La manifestazione era stata voluta da eminenti personalità politiche e culturali dell’epoca ed ebbe il pieno appoggio del regime fascista, che vedeva nel cinema una tecnologia molto interessante ai fini propagandistici. La mostra del cinema è stata una rassegna unica nel suo genere, poiché era stata promossa con fini artistici ed educativi, raccogliendo le produzioni di artisti di tutto il mondo, a differenza degli Academy Awards (i celebri Oscar) che sono una premiazione che però non include il coinvolgente aspetti di “esposizione” delle opere cinematografiche. La prima edizione raccoglie già film molto famosi, come il primo Frankenstein, e vede la partecipazione di grandi stelle come Greta Garbo e Clark Gable. Il primo film ad essere proiettato, il 6 agosto 1932, fu Il Dottor Jekyll (titolo originale: Dr. Jekyll and Mr. Hide). Dopo due anni, nel 1934, si svolge la seconda edizione della Mostra del cinema, che ancora è legata alla Biennale d’Arte. Nonostante i premi continuino a non essere strutturati come oggi, viene introdotta la Coppa Mussolini, per il miglior film italiano e straniero. Negli anni a seguire i premi si differenzieranno e cambieranno, ne spariranno e ne arriveranno di nuovi.

Mostra del Cinema di Venezia: un'antica proiezione all'aperto
Mostra del Cinema di Venezia: un’antica proiezione all’aperto nel 1947

Perché la Mostra del Cinema è così bella e importante

La Mostra del Cinema di Venezia è un evento unico al mondo: per la prima volta, in una città speciale e a grande vocazione artistica, si richiamavano artisti cinematografici da tutto il mondo, in una sfavillante e spettacolare cornice, e tutti potevano partecipare alle proiezioni delle prime opere cinematografiche. Il coinvolgimento del pubblico non era solo ludico e ricreativo, ma addirittura ha assegnato dei premi, come nella prima edizione. La Mostra del Cinema di Venezia ha portato il grande cinema internazionale nelle sale della città, unendo sotto lo stesso tetto artisti, esperti e cittadini comuni, creando una vicinanza far le star, la critica e i fruitori delle creazioni cinematografiche: Venezia è stata la prima città al mondo a realizzare un progetto così vasto a vocazione internazionale in campo cinematografico (mentre dal punto di vista dello sport aveva già una secolare tradizione grazie alla Regata Storica). La Mostra del Cinema di Venezia è attualmente una delle manifestazioni culturalmente più profonde in ambito cinematografico, superando in questo senso le altre grand kermesse internazionali come gli Academy Awards (Oscar), il Festival di Cannes (che nasce solo nel 1946), il Festival Internazionale del cinema di Berlino (la prima edizione è del 1951) e il Sundance Film Festival statunitense (inaugurato nel 1978 e dedicato solo al cinema indipendente). Non dimentichiamo poi che Venezia… è Venezia! Città sempre amata da attori e registi di tutto il mondo, citata e celebrata in tantissime opere.

Una scena ambientata a Venezia tratta da Indiana Jones e l'Ultima Crociata
Una scena ambientata a Venezia tratta da Indiana Jones e l’Ultima Crociata

Curiosità: la storia del Leone d’oro e dei primi premi

La Mostra del Cinema non si pone da subito come manifestazione che include un premio, l’ormai celeberrimo Leone d’Oro. Alla fine della prima manifestazione, nel 1932, accade semplicemente che una giuria popolare “elegge” le seguenti categorie per premiare i vincitori: il miglior regista, la migliore attrice, il miglior attore, il film più divertente e il film più commovente. Nel 1934, alla seconda edizione, vengono ufficializzati i premi: la Coppa Mussolini sarà assegnata al miglior film italiano e straniero. La Coppa Mussolini viene assegnata dalla presidenza della Mostra, sentiti gli esperti e il pubblico delle proiezioni, ma non si tratta ancora di un premio strutturato come ora. Di contorno, vengono assegnate anche le Grandi Medaglie d’Oro dell’Associazione Nazionale Fascista dello Spettacolo. Il nome della Coppa stessa e delle medaglie testimonia le ingerenze del regime, che si faranno più ampie e forti mano a mano che ci si avvicina alla guerra. Dalla terza edizione , nel 1939, fino a dopo la guerra, saranno esclusi i film sovietici e verrà istituita la Coppa Volpi, in nome del patron della Mostra. Il regime premerà sempre più per dare un proprio indirizzo alla manifestazione, arrivando anche ad imporre il nome dei vincitori a quella che ormai è diventata una giuria internazionale strutturata e consapevole. Sarà solo nel 1949 che si arriverà al Leone d’oro dei nostri giorni: dopo la guerra e dopo una serie edizioni (1940, 1941 e 1942) considerate “mai avvenute” poiché si sono tenute lontano da Venezia e con fortissime influenze fasciste, la Mostra torna “a casa” e il premio ufficiale diventa il “Leone di San Marco per il miglior film”. Attualmente i premi assegnati al termine della Mostra del Cinema di Venezia sono:

  • Leone d’Oro
  • Leone d’Argento
  • Premio speciale per la regia (istituito nel 1990)
  • Gran premio della giuria (istituito nel 1951)
  • Premio speciale della giuria (istituito nel 2013)
  • Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile (istituita nel 1934)
  • Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile (istituita nel 1934)
  • Premio Osella
  • Premio Marcello Mastroianni (istituito nel 1998)

I premi speciali sono:

  • Leone d’Oro alla carriera (istituito nel 1969)
  • Premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker (istituito nel 2006)
  • Premio Lanterna magica (istituito nel 1998)
  • Premio Robert Bresson (istituito nel 2000)
  • Queer Lion (istituito nel 2007)

venice1