La prima edizione del Festival Internazionale dedicato all’Arte del Vetro, si è svolta dal 10 al 17 settembre 2017 con l’obiettivo di supportare e rinvigorire l’antica arte creativa dell’isola di Murano. Stiamo parlando della neonata The Venice Glass Week che, dato l’enorme successo d’esordio, è destinata a diventare uno degli eventi a Venezia più significativi per il rilancio della famosa arte vetraria muranese, conosciuta in tutto il mondo.

Oltre 140 attività dedicate al vetro artistico si sono svolte in numerose località tra Venezia e Murano, coinvolgendo oltre 100 realtà cittadine, vetrerie, istituti superiori ed università, istituzioni museali ed enti culturali, gallerie d’arte e privati collezionisti. Un ricco programma da scegliere tra mostre, seminari, conferenze, proiezioni, attività didattiche, workshop, dimostrazioni, serate a tema, fornaci aperte al pubblico, manifestazioni e altro ancora. A contribuire, quattro importanti enti promotori tra cui la Fondazione Musei Civici di Venezia e l’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti.

VivoVenetia c’era, come spettatore affascinato e partecipe perché riteniamo sia importante sostenere l’artigianato autentico e il significato artistico che ogni opera racchiude nelle sue mille sfaccettature, frutto di lavoro, sudore e soprattutto tanta passione.

Il nostro The Venice Glass Day, alla ricerca delle trasparenti attrazioni in un tranquillo pomeriggio di settembre

La nostra prima tappa è il Palazzetto Bru Zane che ospita, per l’occasione, la mostra Flora in Vitro. L’esposizione conta 1000 fiori creati con minuscole perle di vetro colorato, dette conterie. Le piccole sfere raccolgono la luce riflettendola in un’infinità di sfumature tanto da sembrare petali reali. Le opere sono straordinarie: la materia vitrea concede loro d’essere incantevolmente (e fortunatamente) delle bellissime composizioni perenni. 

Vetro Eventi a Venezia. Flora in Vitro, Palazzetto Bru Zane. Photo Credit: Edvard Koinberg
Flora in Vitro, Palazzetto Bru Zane. Photo Credit: Edvard Koinberg

La seconda tappa è poco distante, presso la Loggia del Temanza nel Giardino di Palazzo Zenobio con l’esposizione Kosmos di Lorenzo Passi. La mostra ha trasformato il giardino in un paesaggio nel quale elementi naturali diventano palcoscenico spontaneo per disegnare una dimensione evocativa ibrida, ispirata alla cultura filosofica greca. 50 sculture in vetro, create dall’artista, espongono il dualismo tra uomo e natura, rappresentandolo nell’armonia degli opposti elaborati da Eraclito nei suoi Frammenti.

Vetro Eventi a Venezia. Kosmos, Palazzo Zenobio.
Kosmos – Lorenzo Passi, Palazzo Zenobio.

L’ultima tappa è a Palazzo Franchetti, con la quinta edizione della Glasstress 2017, mostra collaterale della 56ma Biennale d’arte. Grazie alla partecipazione di artisti contemporanei internazionali, è diventata una piattaforma unica nel suo genere riuscendo a fondere la tradizionale lavorazione del vetro di Murano con l’innovazione delle opere di artisti da tutto il mondo. Glasstress, che sostiene il rilancio del vetro muranese in tutte le sue forme, ha aperto le sue porte al festival The Venice Glass Week nella sua sede di campo S. Stefano e a Murano con una mostra in una fornace abbandonata.

Vetro Eventi a Venezia. Ai Weiwei - Blossom Chandelier, Ai Weiwei Studio and Berengo Studio. Photo credit: Francesco Allegretto
Ai Weiwei – Blossom Chandelier, Ai Weiwei Studio and Berengo Studio. Photo credit: Francesco Allegretto

Perché vi raccontiamo di un festival ormai passato?

The Venice Glass Week per quest’anno è conclusa, ma la buona notizia è che qualche mostra è attualmente ancora attiva, comprese queste di cui vi abbiamo reso partecipi tramite il nostro racconto.
Cosa c’è di meglio che vederle con i propri occhi? Affrettatevi che i tempi sono stretti!
Il vetro vi affascina? VivoVenetia vi offre la possibilità di provare la sensazione indimenticabile di diventare anche voi vetrai per un giorno. Scopri la nostra proposta!

Informazioni sulle mostre da noi citate nell’articolo: